Nuovi dipinti – maggio 2019

Introduzione ai nuovi dipinti 2019

Cari amici e amiche, vi scrivo oggi per aggiornarvi sui miei nuovi dipinti e disegni che ho realizzato in questi primi mesi del 2019 e che durante i quali sono stato ricoverato per questioni di salute al Centro terapeutico Bad Bachgart di Rodengo, (BZ) IT. Se da una parte le mie cure sono state efficaci, allora dall’altra ho avuto modo di fare pratica cone le mie tecniche pittoriche imparando tante cose nuove.

Commenti e critiche costruttive

Spero che le mie opere siano di vostro gradimento e che se volete potete  commentarle e criticarle (si intende critiche costruttive) vi risponderò con piacere appena mi sarà possibile.

Potete poi osservare con calma ogni singola opera visitando la pagina mia: galleria opere 2019

Prossime opere

Cari visitatori, sarà mia premura aggiornarVi quando avrò delle nuove opere da condividere.

Vi ricordo il link al materiale artistico che utilizzo: Materiale artistico

Un caro saluto,

Patrick Ezechiele




ENG – Impressionist style waterfalls in acrylic (explained)

Dear international friends, with this article i’ll share with you an explanation in english of how i’ve painted the Impressionist style waterfalls in acrylic, witch is my new painting “Waterfall of the Ferriere’s Valley” (in italian “Cascate del Vallone delle Ferriere”) with videos.

Introducing the painting: from first steps to textures and depth

Now I talk about a brief explanation of what i did when i blocked in the scene, the how I realized the second part of the painting. I think I will attribute another name to it when it’s finished 🙂 .

I explain in detail and step by step that led me to this point: from a sketch painted with a first coat of the main colors, to an almost finished painting, with added textures, shadows, lights, tines, tones and nuances.

For the lights I played with the fan brush to paint the grasses and the leaves on the cliff, rotating it various times to make variety on the vegetation.

I also used it to make some effects on the waterfall.

“I let the painting dry for a minimum of one day (even 2-3 hours are fine if you have less time) before moving on to the next steps.”

The subject is taken from a beautiful photo of the Valle delle Ferraie waterfalls in Amalfi, photo taken by the well-known photographer De Maio Agostino that I greet and thank for the kind concession. Visit his Website at http://www.fotoeweb.it/

This is the first acrylic painting I make starting with my left hand: the right upper limb is sick and does not allow me to paint anymore, but things are changing and i’m curing it.

Now I can continue to cultivate and share my passion with you and my right hand is going better. You give me so much strength and courage.. thank you very much!

“The difficulties come to teach us something, and this is nothing but a new starting point.”

Artistic material used

Brushes

– Da Vinci brush flat tip n ° 2 and 12, short handle, chinese bristles
– Maimeri Spatula nr 23
– Fan brush nr 4, long handle, chinese bristles

Canvas board

35×25 cm, fine grain, pure cotton

Acrylic colors

– Titanium White
– Light Gray (or Cool Gray)
– Permanent Green Medium
– Golden Yellow (or Raw Sienna)
– Burnt Umber
– Sky Blue (or Light Blue Sky)
– Cobalt Blue

Useful accessories

– Two containers with water: one to clean the brushes and one to dilute the colors
– Round table in a ceramic
– Microfibre cloth (or cotton) for cleaning brushes
– Studio easel

Time to finish the painting: details, lights and shadows

This time I’ll explain how I completed the painting making details, lights, darks and final touches.

Time for details!

First I choose the most suitable brush, and in this case it is a round brush nr 2 with synthetic plum-colored bristles, medium rigid. I load the brush mainly with very thick paint, no water.

For some details, both light and dark, I also used the spatula to get more decisive contours, such as the edges of the rocks.

“Experiment using other tools, only in this way you will be able to understand how you like and express yourself, the important thing is that it makes you feel good while you do it!”

Lights

The first details are the clearest, such as the lights on the rocks of the waterfall, some branches on the soil, then step to the grass and leaves that cover the entire right height, varying the mixture of paint with small touches of color, like the green, yellow, blue and gray.

So I continue in this way for some details on the background, or above the waterfall, where you can see small rocks, vegetation etc.

Shadows

As a second step, I create a dark mix with blue and brown to make darker details and varying it by adding more colors to the mix, such as green, purple, blue, etc.

I then proceed to paint the shaded areas of the vegetation on the right side, then on the trunks, the rocks at the top and also the shadows of the rocky body that forms the waterfall.

The latest touches

I give my painting the last touches looking for the parts to be highlighted, whether they are light or dark, also taking the time to look at it from a distance (just take 2 steps backwards) to get a more complete picture of the situation, really useful .

Another key step was to avoid looking at the picture for 1-2 days once concluded: in fact, I realized that the overall contrast was to be improved and then I added touches of dark color, obtained with a color (that depends from the element to paint) and a touch of black, really little black.

“The use of black, in the manner that I have described, I recommend it only as a means to finish the painting permanently and never during the realization of the painting, only after you have avoided looking at your work for 1-2 days you will notice things that your eye could not see before.”

The artistic material to be used?

If you have to find the right material for your needs, I recommend the Online Fine Arts Shop from which I purchase my materials. It has excellent products, good assortment and excellent customer service! Link to the Shop – https://www.momarte.com/?aff=5

Or select a category clicking on the links listed below:

Acrylic ColorsCanvas Boards – Brushes

To see the finished painting?

The finished painting, which I called Cascate del Vallone delle Ferriere (Waterfalls of the Ferriere’s Valley), enters my online gallery of acrylic paintings!

Link to my Gallery of Acrylics – http://patrickezechieleart.altervista.org/blog/acrilici/

Reference photo

The photograph that I used as a reference for this painting, portrays the Waterfalls of the Ferriere’s Valley in Amalfi, taken by the well-known Italian photographer De Maio Agostino.

Link to his website – http://www.fotoeweb.it/

Do not miss the next articles!

If the article has helped you, please rate it and subscribe to my website so you can’t miss the next articles!

Thanks for your attention!

Keep on practicing, my best regards.

Firma Patrick Ezechiele, piccola

MY WEBSITE – http://www.patrickezechieleart.com
INSTAGRAM – https://www.instagram.com/patrickezechieleart/
FACEBOOK – https://www.facebook.com/PatrickEzechieleArt/
YOUTUBE – https://www.youtube.com/PatrickEzechiele




Come dipingere “le cascate” in stile impressionista

Cari amici e amiche, oggi vi mostro il mio modo di dipingere una scena con le cascate in stile impressionista.

Il soggetto è tratto da una splendida foto delle Cascate del Vallone delle Ferriere, nell’entroterra di Amalfi e la foto è stata scattata dal noto fotografo De Maio Agostino che saluto e ringrazio per la gentile concessione.

Vediamo dunque insieme “le 3 parti” che costituiscono “il processo creativo” del dipinto, dall’inizio alla fine.


Parte 1/3 – Il bozzetto e le campiture iniziali

Questo è il primo dipinto ad acrilico che realizzo con la mano sinistra: l’arto superiore destro è malato e non mi permette più di dipingere (per il momento). Tuttavia continuo a coltivare e condividere la mia passione con voi che mi date tanta forza e coraggio.

“Le difficoltà arrivano per insegnarci qualcosa, e questo non è altro che un nuovo punto di partenza.”

Ripasso del bozzetto col grigio chiaro

Con il pennello piatto in setola nr. 2 e il grigio chiaro ripasso lo schizzo che avevo fatto a matita sul cartoncino telato e poi fissato con una vernice fissativa trasparente spray.

Cerco di campire le parti che reputo più significative ai fini di mettere in evidenza la composizione generale.

Definizione di forme, toni e tinte iniziali

Usando il pennello piatto in setola nr. 12 tinteggio le zone delle rocce irradiate dal sole ed dipingo con toni di verde e marrone le rocce e vegetazione.

Mentre dipingo cerco di usare il pennello in diverse angolazioni per ottenere una varietà di forme.

Ricerca della profondità, varietà di forme e colori

Cerco di stabilire i colori dell’intero dipinto e di realizzare una buona varietà di forme e colori giocando con il pennello e con gli acrilici, talvolta usando anche un colore puro senza miscelarlo preventivamente.

Allo stesso tempo cerco di dare profondità al quadro prestando attenzione alle ombre importanti e considerando la luce, l’atmosfera e i vapori acquei.

Ora lascio asciugare il dipinto per minimo un giorno (anche 2-3 ore vanno bene se dovete/potete accelerare i tempi) prima di passare alle fasi successive.


Parte 2/3 – Il chiaroscuro

Inizio la seconda parte dipingendo le zone scure e/o in ombra, veramente molto importanti per la riuscita del chiaroscuro. Quindi a seconda dell’elemento che sto trattando preparo sul momento la miscela che mi occorre.

Dopo diverse cure, i dolori al braccio destro si sono attenuati e in questo video sfrutto entrambe le braccia.

UN BEL COLORE SCURO

Per fare un paio di esempi, unendo “Terra d’ombra bruciata” e “blu di cobalto (oltremare)” ottenente un bel colore scuro da poter usare in sostituzione al nero. Poi potete anche aiutarvi con dei tocchi di viola (o altro colore) per tinteggiare questa miscela scura.

Fatto questo, come vedete inizio anche a dipingere le zone colpite dalla luce, come le rocce sottostanti e che circondano le cascate, l’acqua stessa delle cascate e alcuni dettagli grossolani qui e la.
In questa fase mi avvalgo di un pennello piatto in setole di maiale più piccolo e anche una spatola per evidenziare bene le sagome decise e talvolta spigolose delle rocce.

EFFETTI CON LA SPATOLA

Ma non solo, ho utilizzato in maniera molto delicata la spatola per continuare a dipingere l’acqua delle cascate, che aiuta a conferire delle texture particolari suggerendo così un movimento dell’acqua dovuto alla conformazione rocciosa sottostante.

Infine impugno il mio caro pennello a ventaglio della Artify (che ho già da circa 2 anni) col quale dipinto le foglie dell’altura in primo piano, usando il colore denso e variandolo in saturazione e valore, a seconda di dove si trovano le foglie.

Addirittura vi sono dei punti in cui le foglie sono rivolte verso la luce in modo da apparire quasi bianche, e li utilizzo il bianco puro e denso, tenendolo sull’angolo del pennello a ventaglio.


Parte 3/3 – I dettagli e la firma

Passiamo ora a dipingere i dettagli, osservando bene la scena sia nel suo insieme, sia parte per parte.

TEMPO DI DETTAGLI!

Inizialmente dipingo i dettagli più chiari di rocce, foglie, erba ed acqua, variando la tinta a seconda dell’elemento da dipingere.

Ora invece, con una mescola scura continuo dettagliando i vari elementi nelle zone in ombra, sulla vegetazione in primo piano, sui tronchi, sulle rocce della cascata, etc.

Per il momento evito di aggiungere il nero alle mescole poichè scurirebbe troppo e preferisco lasciarlo per la fine, se necessario. Da quella che è la mia esperienza, trovo che l’uso del nero è utile a regolare i contrasti del dipinto solo dopo averlo ultimato.

“Il nero è da usare sempre a dosi minime e mai puro, bensì in aggiunta ad un altro colore e/o miscela di colori.”

Dopo aver terminato il quadro, lo ripresi in mano il giorno successivo e regolai i contrasti degli elementi in primo piano, come appena spiegato.


PENNELLI USATI PER I DETTAGLI

Dunque, i pennelli che in genere utilizzo per i dettagli sono tondi e sintetici della marca “Tintoretto” e/o della “Marabu” e per questa dimensione di dipinto, mi sento di utilizzare un nr.2 e un nr.6.

Ciò non toglie che i dettagli possano essere realizzati con altri tipi di pennelli o strumenti, di dimensioni più grandi o più piccole.

“La pittura è un percorso di crescita interiore, per questo motivo anche la scelta dello strumento che preferite, maturerà e nascerà da dentro di voi, col tempo e con l’esperienza.”

QUALI COLORI ACRILICI HO USATO?

Ho usato i colori acrilici “Amsterdam Standar Series” della marca “Royal Talens” che vi consiglio per la loro bellezza ed alta qualità.

LISTA DEI COLORI SULLA TAVOLOZZA

– Bianco di Titanio
– Grigio Medio
– Verde Permanente Scuro
– Giallo Oro (o Giallo Ocra)
– Terra d’Ombra Bruciata
– Azzurro Cielo (o Blu Brillante)
– Blu di Cobalto (Oltremare)
– Violetto Permanente

“Usate uno spruzzino con dell’acqua per umidificare gli acrilici sulla tavolozza di tanto in tanto, per mantenerli freschi e lavorabili a lungo.”

DOVE ACQUISTARE IL MATERIALE ARTISTICO?

Lo Shop di Belle Arti Online che ho piacere di raccomandarvi, è MOMARTE e potete accedervi dal seguente link – https://www.momarte.com/?aff=5

MOMARTE ha tutto ciò che serve ad ogni artista ed è in continua espansione, sia come gamma di prodotti, sia come visione per il mondo degli artisti.

PER VEDERE IL DIPINTO FINITO?

Il dipinto finito sarà a breve visualizzabile nella mia Galleria di Acrilici Online, al seguente link – http://patrickezechieleart.altervista.org/blog/acrilici/

NON PERDETE I PROSSIMI ARTICOLI!

Se l’articolo vi è stato d’aiuto, esprimete gentilmente un voto e iscrivetevi alla newsletter per non perdere i prossimi articoli!

Inoltre, vi suggerisco di iscrivervi anche al mio Canale YouTube ufficiale – https://www.youtube.com/PatrickEzechiele

Spero che il dipinto vi piaccia e di avervi intrattenuto durante la sua realizzazione.

Vi ricordo il sito internet del talentuoso fotografo Agostino De Maio dal quale, per sua gentile concessione, ho preso la foto come riferimento – http://www.fotoeweb.it/

Se avete domande e/o suggerimenti, vi prego di scrivere nella sezione “commenti” sottostante all’articolo.

Grazie per la vostra attenzione, e continuate a praticare!

Un caro saluto,
Firma Patrick Ezechiele, piccola